Seleziona una pagina

Le Caprine

Progetto centro residenziale

L’edificio e’ sito nel Comune di Guidonia Montecelio, in localita’ la Palombara ed e’ costituito da un unico grande edificio a corte aperta a Sud con cinque corpi scala . L’imponenza dell’edificio e’ mitigata dalla varieta’ del prospetto sia all’esterno che all’interno della corte e la rastremazione verso l’alto, oltre a creare delle grandi terrazze di pertinenza degli appartamenti, contribuisce a creare un’articolazione della forma che lo rende visivamente piu’ leggero . Il progetto ha quasi la presunzione di voler cercare una risposta, che si avvalga di strumenti formali differenti, ereditati dalla storia o dal moderno. Un riferimento potrebbe essere la “palazzina romana ” degli anni venti ( vedi ad esempio il complesso Iacp di Piazza Perin del Vaga a Roma , nel quartiere Flaminio) ed i principi formali del Manierismo e del Barocco che evolvono attraverso la plasticità del cemento armato .L’edificio doveva nascere all’interno di un tessuto urbano disordinato e pertanto la scelta progettuale di “unico blocco”, e’ stata effettuata al fine di conferire un segno di ordine all’interno dello stesso. Principale intento e’ stato quello di dotare l’edificio di un grande spazio aperto  per la socializzazione  , costituito dalla corte interna .

 

 

maggiori informazioni

La parola corte deriva dal latino “cohors” che significa “orto, luogo recintato”, spazio scoperto, compreso nel suo insieme o in parte tra i corpi di fabbrica di un edificio.

La casa a corte è basata sul principio del recinto: essa infatti è impostata sulla definizione di uno spazio centrale, delimitato dai corpi di fabbrica che si dispongono lungo il perimetro esterno del lotto. Gli elementi del costruito, la distribuzione stessa degli ambienti, nascono dalla reciproca relazione con lo spazio della corte. La forma più compiuta di questo tipo di casa a recinto è la domus romana che è codificata nei suoi elementi, nelle successione degli spazi che la contraddistinguono e nei caratteri diversi di questi spazi. Ciò significa che l’ingresso alle abitazioni non è diretto, ma sempre mediato dalla presenza del cortile. Il trattamento delle facciate interne ed esterne al cortile con materiali differenti quali intonaco o cortina in mattoni alternati , crea una piacevole scansione ritmica dei prospetti.

 

 

 

 

LUOGO

DATA

COMMITTENTE

IMPORTO LAVORI

Tivoli

2006-in corso

Domus Tibur Fincres

10.000.000 €

My Story

Quis autem vel eum iure reprehenderit, qui in ea voluptate velit esse, quam nihil molestiae.