Seleziona una pagina

La Primula

Progetto centro residenziale Colle Fiorito

L’intervento progettuale , nel cuore del centro storico della citta’ di Tivoli , riguarda l’area anticamente denominata “Inter duos lucos”, nell’ansa compresa tra l’attuale quartiere Rinserraglio ed il Castrovetere, area più comunemente denominata “Vesta”. Nelle diverse epoche l’area ha accolto numerosi opifici che traevano la forza motrice dai corsi d’acqua fatti derivare dall’Aniene nel corso dei secoli. In seguito alla dismissione delle fabbriche, tra il 1970 e il 1980, l’area,  incastonata nel cuore della città storica, ha subito un progressivo e sostanziale degrado .Obbiettivo del progetto è la valorizzazione, il recupero e la riqualificazione di questo prezioso angolo della citta’ di Tivoli, che ha ormai esaurito la sua originaria vocazione industriale.

 

 

maggiori informazioni

Il programma di  rifunzionalizzazione dell’intera area si attua attraverso la demolizione degli edifici preesistenti , mantenendo l’originaria  complessità dell’articolazione volumetrica, con la previsione di  destinazioni d’uso più adeguate al contesto urbano, come quella residenziale integrata con spazi pubblici, servizi ed attività commerciali, in modo da conferire una nuova centralità ad un quartiere inizialmente considerato periferico. La fortunata posizione panoramica dell’area, unitamente alla presenza di elementi caratteristici come la pittoresca  cascatella “Casacotta”, offre lo spunto per la realizzazione di un sistema di piazze ed aree a verde, liberamente accessibili, che consentono di entrare all’interno del complesso e godere delle suggestive visuali sulla valle di Quintiliolo.

Il nuovo spazio edificato è valorizzato da un attento alternarsi di inviti visivi e coni ottici (passaggi, feritoie, affacci panoramici) con i volumi disposti ad anfiteatro, come a formare una quinta, ricalcando in parte la forma delle preesistenze. Il notevole salto di quota, con circa 20 metri di dislivello, ha agevolato la creazione di  terrazzamenti panoramici , motivo ricorrente nelle vedute dei pittori ottocenteschi romani che hanno immortalato le suggestioni pittoresche degli affacci verso la valle che si godono tutt’ora da molti angoli della città.

Le piazze ed  i riferimenti visivi fanno da cerniera, attirando e re-indirizzando lo sguardo di chi passeggi. Sono queste sequenze, tipiche dei nuclei storici,  che rendono le città piacevoli e varie.

Si  riafferma pertanto il valore della continuità tra case, strade e piazze, ovvero tra i luoghi deputati agli aspetti privati della vita di ogni giorno e quelli destinati ad un ambito di relazioni allargate. E’ l’insieme degli spazi compositi in cui le case, le piazzette i percorsi pedonali favoriscono incontro e relazioni sociali. L’apparente casuale comporsi degli elementi piu’ disparati quali androni ,sottopassaggi, terrazze fiorite ,loggette , torri , creano di volta in volta quell’ effetto sorpresa che contraddistingue e da valore ai nuclei storici .

 

 

 

LUOGO

DATA

COMMITTENTE

IMPORTO LAVORI

Tivoli

2006-in corso

Domus Tibur Fincres

10.000.000 €

My Story

Quis autem vel eum iure reprehenderit, qui in ea voluptate velit esse, quam nihil molestiae.